Resoconto della 108a Conferenza Permanente dei Presidenti dei CLM in Medicina e Chirurgian.57, 2013, pp.2569

Autori: Amos Casti
Print Friendly, PDF & Email

L’inaugurazione della 108a riunione della Conferenza è avvenuta venerdì 05 ottobre 2012 nella magnifica cornice dell’Aula Magna dell’Università.

Dopo il saluto di Rosa Valanzano e delle Autorità (Magnifico Rettore, Assessore al Diritto e alla Salute, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia) il Presidente della Conferenza, Prof. Andrea Lenzi, ha riferito sugli obiettivi della Conferenza: 1) incremento della qualità, con le site visits che hanno evidenziato eccellenze e criticità; 2) progress test per l’apprendimento ed esame di stato; 3) innovazione didattica e core curriculum; 4) diffusione della rivista e sito web della Conferenza. Ha quindi fatto il punto sulla applicazione della L. 240/10 e la formazione in Medicina. In merito all’attività formativa di qualità per l’area medica ha sottolineato le iniziative e le realizzazioni effettuate dal Conferenza e dal CUN in materia di: 1) revisione dell’accesso a Medicina (domande a risposta multipla, curriculum della scuola media superiore, test psicoattitudinale, valutazione precedente nell’ultimo anno scolastico); 2) reclutamento e progressione di carriera; 3) Scuole di Specializzazione e Dottorato per la ricerca. I Decreti applicativi della L. 240/10 sono stati tutti completati (tabella sito CUN) e il CUN dovrà monitorarne la applicazione e segnalare le criticità. Ha poi risposto alle domande dei Docenti e Studenti sul futuro del Corso di Laurea sia dal punto di vista della didattica che della sua organizzazione e amministrazione.

Il Prof. Gensini ha svolto una brillante ed approfondita relazione sui “Nuovi orientamenti didattico-pedagogici in Medicina”.

Nel pomeriggio, presso l’AOU di Carreggi, si è svolto, con grande partecipazione e successo, il forum su “Integrazione nel territorio del sistema delle cure: ricadute sul percorso formativo” al quale hanno partecipato i Presidenti ed alcuni Esperti discutendo, in plenaria, in quattro laboratori ed infine in assemblea su: 1) l’interazione medico-paziente-famiglia; 2) la gestione del paziente fragile sul territorio; 3) la tutela della salute sul territorio; 4) la gestione delle risorse sanitarie sul territorio.

Il giorno successivo, sabato 05 ottobre 2012, sono proseguiti i lavori della Conferenza, come da OdG.

Il Presidente nell’introdurre il punto sul Manifesto di intenti 2011-2014 e la costituzione dei gruppi di lavoro, ricorda come sia importante mantenere i rapporti con e fra i corsi di laurea e di trasferire a tutti i Docenti le iniziative e i risultati dei forum ed atelier pedagogici. Ricorda gli obiettivi strategici che sono già a conoscenza dei Presidenti e presenta i progetti che verranno sempre discussi ed approfonditi nella Conferenza. Viene deliberato di attendere la iscrizione ai gruppi di lavoro di tutti i Presidenti, anche di quelli assenti, e di approvarne definitivamente la costituzione nel prossimo incontro della Conferenza a Roma il 10 dicembre p.v.

Inizia la presentazione dei vari gruppi, coordinata da R. Valanzano: 1) De Marchi: Malattie rare e cure palliative; 2) De Caro: Core curriculum; 3) Cavaggioni a nome di Familiari: Selezione all’accesso e test attitudinale; 4) Caruso: Medicine alternative e contraffazione Medicinali; 5) Casacchia: Criteri e parametri di valutazione della didattica ai fini della valutazione del Docente; 6) Porro: Medicina del territorio; 7) De Melia: Distribuzione dei CFU ai SSD: 8) Della Rocca: Cronoprogramma della valutazione e site visit di accreditamento; 9) Recchia: AVA, autovalutazione, valutazione, accreditamento; 10) Basili: Progress test .

Il rappresentante degli studenti del SISM (Segretariato Italiano Studenti in Medicina) illustra lo scopo dell’associazione e presenta organizzazione del Congresso Internazionale

Il Prof. Familiari presenta una analisi del test nazionale di ammissione a Medicina. Dopo aver presentato i dati relativi al numero di partecipanti nelle varie sedi e dei punteggi ottenuti, conclude che l’accorpamento non evita la disparità dei punteggi soglia in Italia, crea necessità di trasferimenti tra le sedi dei singoli accorpamenti e che la procedura sembra molto più lenta di quanto previsto inizialmente nel bando ministeriale. Vengono, inoltre confrontati i dati degli studenti della Sapienza-Cattolica-Campus immatricolati nell’Anno 2008.

Il Prof. Danieli illustra il Sommario del n. 56 della rivista della Conferenza, Medicina e Chirurgia.

Il prossimo incontro della Conferenza si terrà il 10 Dicembre a Roma.

Comments are closed.