Notizie dal CUN

Print Friendly, PDF & Email

A ottobre il CUN ha pubblicato il Rapporto relativo all’analisi dei dati risultanti dalla Consultazione pubblica telematica sui criteri di scientificità delle pubblicazioni e degli altri prodotti di ricerca per la costituzione dell’Anagrafe nominativa dei professori e dei ricercatori e delle pubblicazioni scientifiche (ANPRePS) che si è conclusa il 23 luglio.

L’obiettivo era quello di raccogliere contributi  funzionali all’individuazione dei  «requisiti minimi  idonei  a identificare il carattere scientifico delle pubblicazioni e degli altri prodotti della ricerca, ai fini del loro riconoscimento ed inserimento  nell’ANPRePS. Complessivamente sono stati registrati 16.195 questionari di cui 10.443 iniziati ma non completati, 5.752 completati e poi sottoposti a processo di validazione.

La Consultazione ha fatto registrare una partecipazione pari all’89% da parte di personale strutturato nell’Università, appartenente a tutte le aree disciplinari CUN,mentre il restante 11 è composto da figure che non appartengono al mondo accademico. L’intero rapporto è disponibile sul sito CUN. Anche alla luce delle risposte acquisite con la consultazione pubblica , il CUN  ha emanato una proposta sui criteri di scientificità delle pubblicazioni e degli altri prodotti della ricerca per la costituzione dell’ANPRePS (Criteri identificanti il carattere scientifico delle pubblicazioni e degli altri prodotti della ricerca» ai sensi art.3-ter, comma 2, l. 9 gennaio 2009, n.1 e successive modificazioni).

Negli ultimi tre mesi sono state formulate raccomandazioni relative a:

Nuova disciplina delle chiamate dirette e ruolo della Comunità Scientifica in cui viene esaminata  la modalità di applicazione delle chiamate dirette con particolare riferimento all’autonomia e alla responsabilità valutativa della comunità scientifica (DM 1 luglio 2011, n. 276 ,legge n. 98 del 2013).

Finanaziamenti alla ricerca in cui prendendo atto della quota sempre minore dei finanziamenti devoluta dallo Stato alle Università per la ricerca (PRIN, FIRB, FIR) , si sottolinea l’importanza della ricerca di base liberamente proposta dai ricercatori e si auspica la massima razionalizzazione degli interventi e il recupero di risorse per i progetti di tale ricerca.

Sul calcolo e sull’uso degli indicatori finali di qualità della ricerca contenuti nella VQR 2004-2010  in cui si raccomanda che vi sia  un chiaro ed appropriato utilizzo degli indicatori della VQR e che le decisioni in tema di sviluppo universitario e di distribuzione delle risorse, tenga conto della molteplicità e complessità del sistema della ricerca universitaria utilizzando gli indicatori della VQR in modo consapevole e non automatico.

Sono state approvate inoltre diverse mozioni e formulati pareri tra cui  il Parere sullo schema di Decreto di riparto della quota premiale e dell’intervento perequativo del Fondo di Finanziamento Ordinario per l’anno 2013. Tutti i documenti sono disponibili sul sito CUN.

Riguardo al sito CUN è in corso il totale “ restiling” che auspichiamo lo renda più immediato, semplice da consultare ed efficace.

Relativamente all’Abilitazione Nazionale prosegue il monitoraggio. Le Commissioni che hanno proceduto all’invio degli atti al Ministero tramite l’apposita procedura telematica sono 149 su un totale di 184 e dal 2 dicembre è stato reso disponibile l’accesso ai risultati e agli atti dei settori concorsuali la cui ricognizione da parte del Ministero  può ritenersi conclusa. L’abilitazione partirà dalla data della pubblicazione degli atti sul sito del MIUR.

Il CUN ha proseguito la riflessione sull’open access delle pubblicazioni scientifiche e sulla nuova disciplina di cui all’art. 4, cc. 2 e 3 del Decreto legge 8 agosto 2013, n. 91 “Disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo, convertito inlegge, con modificazioni, con la legge 7 ottobre 2013 n. 112 (pubblicato sulla GU n. 236 del 8 ottobre 2013). Una commissione costituita da consiglieri del CUN sta lavorando con i delegati della CRUI alla formulazione di una proposta comune.

I primi di dicembre l’Assemblea generale della CRUI ha designato – ai sensi dell’art.1, comma 1 d), della legge n.18/2006 – i tre nuovi rappresentanti della CRUI al CUN, che sono:

Prof. Giovanni Melis, Rettore dell’Università di Cagliari;

Prof. Pasquale Nappi, Rettore dell’Università di Ferrara;

Prof. Giovanni Puglisi, Rettore dell’Università IULM di Milano e dell’Università Kore di Enna.

Durante la prossima seduta del 17-18 dicembre il CUN incontrerà il Presidente della CRUI  prof. Stefano Paleari.

Comments are closed.