Editorialen.83, 2019, p.3673

Autori: Andrea Lenzi
Print Friendly, PDF & Email

La Associazione Conferenza dei Presidenti di corso di laurea in Medicina in questo numero ospita contributi che spero siano di grande stimolo alle sue sempre più numerose attività. L’attenzione del lettore cadrà subito sulla presenza di un bellissimo articolo che riporta i risultati
è di uno strumento validato e diffuso di valutazione della qualità dei tirocini denominato CLEQI, ‘Clinical LEarning Quality Evaluation Index’ che misura la presenza e intensità di alcuni fattori documentati quali precursori di un apprendimento significativo. La Conferenza Permanente dei Corsi di laurea delle Professioni Sanitarie, attraverso la costruzione
di una ampia rete di partecipanti, riporta come tale strumento si è dimostrato utile nell’identificazione delle strategie di miglioramento e nell’individuazione del fabbisogno formativo dei Tutor o Assistenti/Guide di tirocinio. Il tema dell’Orientamento, fondamentale per i giovani che si avvicinano agli studi universitari, è affrontato nell’articolo di Fatima Longo e Giuseppe Familiari che riportano i risultati del Progetto Orientamento in Rete di Sapienza. L’articolo rappresenta un modello di continuità formativa tra scuola ed università.
Il nuovo esame di stato è prossima realtà e grazie al lavoro congiunto della Conferenza e della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri è stato redatto il nuovo libretto per il Tirocinio Professionalizzante Valutativo per l’esame di stato (TPVES).
Oliviero Riggio nel suo articolo aggiunge dei metodi aggiuntivi di valutazione ed in particolare propone l’adozione di un Diario di Tirocinio Clinico che potrebbe rendere lineare e simile la conduzione dei tirocini in tutte le sedi. Per migliorare e attualizzare le metodologie della didattica non posso non ringraziare Fabrizio Consorti, past President della SIPeM, per la
sua presenza costante che aggiunge sempre più spunti alla moderna didattica. Un supporto tecnologico di notevole valore per attivare il gruppo
classe sono i “risponditori d’aula”. Il suo articolo ricapitola i principi didattici d’uso dei risponditori e presenta tre prodotti, con caratteristiche
diverse. La rubrica delle notizie grazie al contributo del Prof. Paolo Miccoli, Presidente dell’ANVUR, del Prof. Manuela di Franco per CUN e del SISM è ricca di spunti interessanti. Da ultimo mi piace citare l’articolo corale guidato da Giovanni Boniolo, Raffaella Campaner e Valentina Gazzaniga su una elegante proposta interpretativa e didattica delle Medical Humanities.

Buona Lettura


Andrea Lenzi
Editor-in- Chief of JIME (Journal of Italian Medical Education)

Comments are closed.