Editorialen.80, 2018, p.3545

Autori: Andrea Lenzi
Print Friendly, PDF & Email

Anche questo numero, con il quale concludiamo il 2018, rappresenta un fascicolo da tenere nelle nostre biblioteche nello scaffale dei ricordi importanti nei quali poter dire “…io c’ero”.

E si, noi siamo stati “quelli che”(il 14 novembre ed i 3 mesi precedenti) “abbiamo prodotto il primo Progress test completamente made in Italy, armonizzato sul “core curriculum nazionale”.

Direi “quelli che il Progress test lo rendono friendly”, “quelli del Progress/Training Test”. E’ stata una sfida e crediamo di averla vinta almeno dal punto di vista della Conferenza. Una Conferenza cooperante e lavoratrice come poche altre. Abbiamo progettato questo Progress/ Training Test e ci siamo riusciti. Certamente non perfetto e indubbiamente migliorabile ma fatto sicuramente nel rispetto dei nostri Studenti che in tanti hanno partecipato.

I 200 quiz e le relative risposte fanno parte di questo numero, accompagnate da tutti i nomi dei tanti Presidenti, Vice-presidenti, ex-Presidenti e Docenti che nei loro ambiti disciplinari rappresentano, non solo a livello didattico ma anche scientifico, delle eccellenze italiane.

A corollario del Progress test e non meno interessanti troverete due ottimi articoli del gruppo di innovazione pedagogica che ogni volta riaffer-mano la “mission” principale della Conferenza.

Troverete un primo articolo molto attuale sulle piattaforme online ed i nuovi media ed un secondo sui nuovi strumenti didattici dal titolo “intri-gante”.

Nello spazio dedicato all’ospite, è presente uno studio che ha analizzato le modifiche avvenute nel corso di 10 anni di osservazione di un Corso di Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università di Roma La Sapienza, sede di Viterbo: sono stati analizzati l’ordinamento didattico, la tipologia degli studenti, le tesi finali e le “eccellenze”.

Valentina Gazzaniga scrive il primo dei due articoli dedicati alla formazione del medico nel mondo antico.

E poi, come sempre le notizie dell’ANVUR direttamente dal suo Presidente.

Questo è l’ultimo numero di un anno particolare. Un anno pieno di novità, di criticità, di attenzione particolare verso la Conferenza.

Quello che sicuramente devo ricordare è l’entusiasmo di tutti i Presidenti che hanno finito il loro mandato lasciando alla Conferenza fatti e parole che nessuno di noi dimenticherà.

Quello che voglio sottolineare è che lo stesso entusiasmo lo ho visto nei nuovi arrivati a riprova che il “virus” della Conferenza è fortemente trasmissibile e sempre più forte …

Auguro a tutti Voi un 2019 pieno di salute che serve sempre e di successi che fanno sempre bene al cuore.

Andrea Lenzi

Presidente dell’Associazione Conferenza Permanente dei Presidenti di Consiglio di Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia

Comments are closed.