Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarien.64, 2014, pp.2919-2920

Autori: Alvisa Palese
Print Friendly, PDF & Email

Meeting annuale, Bologna, 12-13 settembre 2014

Lo scorso 12 e 13 settembre 2014, ospiti dell’Università degli studi di Bologna nella prestigiosa sede del Convento di San Domenico, si è tenuto il Meeting annuale della Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie.

Un momento scientifico e culturale importante, accreditato ECM, a cui hanno partecipato oltre 400 persone e che si è caratterizzato anche per le procedure di rielezione delle cariche istituzionali della Conferenza, quali i componenti delle Commissioni Nazionali, i loro Presidenti, Vicepresidenti e Rappresentanti dei SDD, il Presidente della Conferenza e gli altri membri della Giunta (Tabella 1).

La Conferenza, che raccoglie i Corsi di Laurea triennali dei 22 profili professionali dell’area sanitaria e le relative Classi di Laurea Magistrali, è organizzata nella Giunta e in 26 diverse Commissioni che sviluppano le istanze via via emergenti dei Corsi di studio. Nella sua presenza ormai quasi ventennale, la Conferenza ha svolto e continuerà a svolgere un importante ruolo di indirizzo e confronto sulle problematiche didattiche, di progettazione formativa e di interfaccia verso i massimi livelli istituzionali, con l’obiettivo dichiarato di elevare la qualità formativa dei Corsi di Laurea e dei Corsi di Laurea Magistrali delle professioni sanitarie.

A Bologna, la Conferenza ha iniziato i lavori riflettendo sui processi di valutazione, autovalutazione e accreditamento nei CdL delle professioni sanitarie. Nella prima sessione dedicata a ‘Formazione, cura e loro relazione con i  processi di valutazione’, moderata dalla Prof. Luisa Saiani dell’Università di Verona e dal prof. Davide Festi dell’Ateneo di Bologna, è intervenuta la prof.  Mariagrazia Contini dell’Università di Bologna con la lettura magistrale ‘Tra formazione e cura: per una riflessività nutrita di empatia’. A seguire, il prof. Curcio dell’Università di Udine ha portato una sintesi dello state dell’arte dei ‘Criteri di valutazione del docente per la valutazione della didattica’ maturati dalla Conferenza delle Scuole di Medicina. Sono state quindi presentate e dibattute esperienze di buona pratica nella valutazione e autovalutazione,sperimentate in alcuni CdL delle professioni sanitarie: la prof. Daniela Mari dell’Università di Milano ha presentato l’esperienza di valutazione da parte degli studenti dell’insegnamento ricevuto nelle sedi di tirocinio; la dott.ssa Giampiera Bulfone dell’Università di Udine ha presentato un sistema di formazione e valutazione/supervisione tra pari dedicato ai docenti delle discipline professionalizzanti; il prof. Bruno Moncharmont dell’Università del Molise ha invece sviluppato la tematica dalla valutazione dal punto di vista della governance del sistema, partendo dall’importante opportunità offerta dalle procedure di riesame.

Nella giornata successiva sono state affrontate le tematiche più vicine alla ‘Governance dei Corsi di laurea delle professioni sanitarie’ con la moderazione del prof. Luigi Frati e dalla prof.ssa Alvisa Palese. Le questioni poste al commento del prof. Eugendio Gaudio, Presidente della Conferenza Permanente dei Presidi di Facoltà di Medicina e Chirurgia, e del dott. Giovanni Leonardi, Direttore Generale Professioni Sanitarie e Risorse Umane SSN, Ministero della Salute, sono state le seguenti: a) Mobilità europea dei neo-laureati delle professioni sanitarie: analisi del fenomeno e sfide formative; b) Fluttuazioni dei fabbisogni, insostenibilità per requisiti minimi: uno scenario di instabilità irrisolvibile, focalizzate dal dott. Angelo Mastrillo dell’Università degli studi di Bologna;  c) Orientamenti di sviluppo delle lauree magistrali in cui da parte del prof. Adriano Ferrari dell’ Università di Modena-Reggio Emilia sono state presentate le proposte elaborate dalle Commissioni congiunte; d) Nuovi profili sanitari, vincoli ed opportunità, tema presentato da un intervento della dott.ssa Silvia Bielli dell’Università di Siena; e) Stato dell’arte dei Master dal punto di vista dell’osservatorio, con quesiti specifici al dott. Giovanni Leonardi. Nella sessione sulla valutazione delle qualità dei tirocini è stata argomentata l’esigenza di rivedere la scheda SUA. Dal dibattito è emerso che i meccanismi di stima del fabbisogni sono ancora imprecisi; sarebbe necessario progredire con modalità più sofisticate; sarebbe inoltre necessario potenziare l’osservatorio nazionale sulla mobilità in uscita di neo-laureati e riflettere sull’esigenza di un sistema di accreditamento dei professionisti in ingresso che hanno acquisito il titolo di studio in altri paesi. Il primo incontro di insediamento della neo-eletta Giunta per la definizione del programma triennale su queste ed altre priorità emerse, è stata fissata per il 16 dicembre 2014, a Bologna.

Con questo triennio la Presidenza   passa dalle mani del prof. Luigi Frati, fondatore assieme al prof. Giovanni Danieli della Conferenza,  a Luisa Saiani; l’Assemblea ad acclamazione e con molta riconoscenza l’ha nominato Presidente Onorario. La Giunta della Conferenza sente  la piena responsabilità di conservare il patrimonio di idee, di tensione continua verso lo sviluppo culturale e scientifico delle professioni sanitarie consegnato dai due padri fondatori.

Si ringraziano i colleghi dei Consigli Direttivi precedenti e non rieletti per il contributo che hanno dato alle Commissioni Nazionali e alla Conferenza. Saranno invece perfezionate nei prossimi mesi le elezioni per i CdS/Classi: Podologia, Tecniche Ortopediche, Tecniche Audiometriche, Tecniche Audioprotesiche, Magistrale II Riabilitazione, Magistrale IV Prevenzione.

Schermata 2015-01-20 alle 12.14.16

Comments are closed.